Diagnosi della depressione

Diagnosi della depressione

Diagnosi della depressione
Scritto da Adriano Legacci

Scopri gli strumenti ed i test comunemente usati per la diagnosi della depressione.

Diagnosi della depressione. Diagnosi e assessment.

Come ricordano Dozois e Westra (2004), una tempestiva scoperta del disturbo depressivo e la puntuale realizzazione di programmi di intervento sono fattori critici che possono esercitare una forte influenza sul decorso della malattia.

Esistono in letteratura diversi strumenti utilizzati per la valutazione degli aspetti correlati alla depressione sia negli adulti che nei bambini.

Bieling, McCaabe e Antony (2004) offrono un’esauriente rassegna delle misure di assessment, includendo sia le scale impiegate per la valutazione della gravità dei sintomi depressivi sia quelle utilizzate per identificare i soggetti a rischio di depressione.

Strumenti e test comunemente usati per la diagnosi della depressione

 

  • Test della depressione. Gratis e online. Ricorda che questo test è puramente indicativo e per nessuna ragione deve essere inteso come indice diagnostico attendibile.
    Diagnosi della depressione e indicazioni terapeutiche non devono prescindere dall’esame del caso personale e possono essere effettuate e fornite esclusivamente su base individuale da uno specialista della salute mentale (psicologo, psicoterapeuta, psichiatra).
  • Attributional Style Questionnaire (ASQ) (Peterson et al., 1982)
    E’ uno strumento self-report, utilizzato per valutare le percezioni di causalità riguardo agli eventi negativi e positivi, in un’ottica di indagine della vulnerabilità allo sviluppo della depressione.
  • Beck Depression Inventory II (BDI-II) (Beck, Steer, Brown, 1996)
    E’ costituito da 21 item basati sui criteri del DSM-IV-TR e rappresenta lo strumento più frequentemente impiegato per misurare la gravità dei sintomi depressivi.
  • Center for Epidemiological Studies Depression Scale (CES-D) (Radloff, 1977)
    E’ una scala costituita da 20 item e creata per misurare i sintomi della depressione negli studi epidemiologici della popolazione generale.
  • Children’s Depression Inventory (CDI) (Kovacs, 1992)
    E’ una misura self-report, costituita da 27 item, che valutano i sintomi della depressione nei bambini e negli adolescenti (dai 7 ai 17 anni).
  • Depression Anxiety and Stress Scales (DASS) (Lovibond & Lovibond, 1995)
    Esiste la versione completa con 42 item e la versione ridotta con 21 item. Questo strumento è utilizzato per valutare sia i sintomi dell’ansia sia quelli della depressione, oltre che una dimensione di stress più generale.
  • Dysfunctional Attitude Scale (DAS) (Weissman & Beck, 1978)
    E’ una scala creata per valutare le credenze disadattive che sono associate con la depressione. Viene comunemente usata come misura della vulnerabilità alla psicopatologia, basandosi sul presupposto teorico secondo cui gli individui che esibiscono questo tipo di credenze, anche se in assenza di sintomi attuali, sono più inclini ad sviluppare una depressione nel futuro.

Sull'Autore

Adriano Legacci

Già direttore dell’equipe di psicologia clinica presso il poliambulatorio Carl Rogers e l’Associazione Puntosalute, San Donà di Piave, Venezia.
Attualmente Direttore Pagine Blu degli Psicoterapeuti.
Opera privatamente a Padova e a San Donà di Piave.
Psicoterapia individuale e di coppia.
Ansia, depressione, attacchi di panico, fobie, disordini alimentari, disturbi della sfera sessuale.
Training e supervisione per specializzandi in psicoterapia

Lascia un commento